Il paradosso cinese: il paese rischia di diventare ‘vecchio’ prima di diventare ricco

Il sorpasso dell’India sulla Cina: ad aprile sarà il paese più popoloso al mondo

La Cina rischia di diventare ‘vecchia’ prima di diventare ricca

La popolazione mondiale ha superato (lo scorso novembre) il traguardo degli 8 miliardi di abitanti. Secondo l’Onu, nel 1950 la popolazione globale si attestava sui 2,5 mld di persone, lievitando a circa 7 mld nel 2010. Sono bastati 12 anni per crescere a 8 miliardi e ora le Nazioni Unite stimano che ne serviranno altri 15 per raggiungere i 9 miliardi nel 2037.

“Un segnale - scrivono le Nazioni unite in una nota - che il tasso di crescita della popolazione sta rallentando”. Il mondo infatti potrebbe relativamente presto scoprire che il vero problema sarà la decrescita demografica.

La crescita attuale, invece, vede protagonisti Cina e India, con il Subcontinente che si accinge a superare Pechino come paese più popoloso al mondo nel 2023. Per la prima volta dal 1961, infatti, la popolazione cinese è diminuita, preannunciando un epocale passaggio di testimone che si stima avverrà il prossimo 14 aprile, quando secondo l’Onu il Paese più popoloso del pianeta non sarà più la Cina, ma l’India.

Al di là della perdita del primato, l’invecchiamento demografico ha profonde implicazioni per l’economia cinese (aumenterà il debito pubblico in seguito all’incremento dei costi sanitari, assistenziali e previdenziali, tanto che secondo alcuni studiosi l’attuale seconda economia al mondo sembra destinata a vivere un paradosso: la Cina rischia di diventare ‘vecchia’ prima di diventare ricca, sebbene stia da decenni cullando questo desiderio.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Brics versus Bricasi

Brics, Argentina e Iran verso il blocco formato da Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa

Global
India, Cina e Usa sul podio dell’economia globale

India, Cina e Usa sul podio dell’economia globale

Economia

In 143 paesi (che contano l’85% della popolazione mondiale) sarà tagliata la spesa pubblica

Incombe una nuova pandemia. I governi tornano così alle collaudate politiche restrittive del passato, piuttosto che esplorare mezzi alternativi per creare spazio fiscale. A meno che questo contagio politico non venga contenuto, i prossimi anni rischiano di essere ancora più dolorosi dell’era successiva alla crisi finanziaria del 2008. [continua ]

Economia
Il debito totale in rapporto al Pil è al 420% negli Usa e al 330% in Cina

Il debito totale in rapporto al Pil è al 420% negli Usa e al 330% in Cina

Economia
Senza la Cina non c’è futuro per l’economia europea

Senza la Cina non c’è futuro per l’economia europea

Economia

Il possibile doppio gioco di Cina e India: taglieranno i gas serra prima del previsto?

Il direttore dell’Agenzia internazionale per l’energia: “Pechino e New Delhi stanno facendo grandi progressi nel settore della decarbonizzazione”. Ma la ripresa dell’economia mondiale si basa ancora sui combustibili fossili. E il boom dei prezzi di petrolio e gas delle settimane scorse in Europa è stato artificiale e non ha niente a che vedere con la transizione ecologica. [continua ]

Energie & Risorse

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com