Cuba, ancora sotto embargo Usa, scoppia. L’inflazione è al 500%

Dopo 30 anni tornano le manifestazioni contro il governo e l’aumento dei prezzi. Lo Stato caraibico attraversa una profonda crisi economica e sociale

L’isola, ancora sotto embargo Usa, scoppia. L’inflazione è al 500%

Decine di persone sono state arrestate a Cuba in seguito alle manifestazioni iniziate domenica 11 luglio all’Avana per protestare contro la mancanza di medicinali ed energia elettrica, l’aumento dei prezzi (l’inflazione è al 500%) e le inefficienze nella gestione della pandemia da coronavirus. Le mobilitazioni contro il governo, inusuali per Cuba (non si registravano manifestazioni di questa portata da circa 30 anni) dove le leggi prevedono pene severe per chi mostra il proprio dissenso, sono state represse dalla polizia.

Il presidente Miguel Díaz-Canel ha accusato direttamente gli Stati Uniti di avere assoldato “mercenari” per destabilizzare il paese e far cadere il regime comunista sull’isola. E ha attribuito buona parte dei problemi economici di Cuba alle sanzioni che gli Stati Uniti hanno imposto, in varie forme, dal 1962 e definite dallo stesso presidente “una politica per soffocare l’economia” del paese.

In effetti l’economia cubana è in profonda difficoltà, anche a causa delle sanzioni economiche che aveva imposto Donald Trump. La nuova amministrazione di Joe Biden ha mostrato qualche segnale di apertura, ma la recente condanna delle violenze (il presidente degli Usa ha chiesto al governo di ascoltare la popolazione e di non reprimere il loro diritto a protestare) potrebbe complicare i già difficili rapporti diplomatici tra i due paesi.

La crisi economica di Cuba non deriva tuttavia solamente dalle sanzioni, ma anche dalla politica economica interna e dalla drastica riduzione del turismo, una delle risorse più importanti per il paese, a causa della pandemia. Nei primi cinque mesi di quest’anno, il numero di viaggiatori internazionali a Cuba è diminuito di quasi il 90% rispetto allo stesso periodo del 2020, secondo l’Agenzia di statistica nazionale cubana.

A ciò occorre aggiungere che uno scarso raccolto (attribuito alla mancanza di carburante a causa delle sanzioni e di ricambi per la manutenzione dei macchinari) ha inciso profondamente sulla produzione di zucchero, una delle risorse più esportate dal paese.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Minà: “Cuba non è un gulag tropicale. L’embargo va avanti da 60 anni. Ora basta”

Il giornalista: “Cuba è sopravvissuta sia al fallimento del socialismo reale, sia a quello del neoliberismo reale. Ma se Obama aveva teso una mano all’isola, Trump prima e Biden ora hanno usato e usano la loro politica destabilizzante per strangolare definitivamente questa piccola nazione. Oggi sta davanti agli occhi di tutti il metodo degli ultimi due presidenti: l’aggravamento del blocco economico e l’incitamento ai disordini tramite i social network”. [continua ]

Economia
Economia industriale, gli Stati Uniti temono il sorpasso della Cina

quoted business

Economia industriale, gli Stati Uniti temono il sorpasso della Cina

Economia
Appello a Conte per confermare l’embargo sulla vendita delle armi a Riad

Agi

Economia ‘warfree’. Appello a Conte per confermare l’embargo sulla vendita delle armi all’Arabia Saudita

Economia

Agi

I cubani non avranno più il libretto di approvvigionamento

Il presidente cubano Miguel Diaz-Canel ha annunciato nelle scorse settimane che, dopo l’attesa riforma monetaria, scomparirà il “libretto di approvvigionamento” (introdotto nel 1962) con il quale i cubani acquistano prodotti di base a prezzi sovvenzionati. A lungo rimandata la riforma monetaria consisterà nella scomparsa del peso convertibile creato nel 1994 e nella parità con il dollaro, che lascerà il peso cubano equivalente a 4 centesimi di dollaro, come unica moneta locale. [continua ]

Economia
Cuba lancia lo ‘smartphone di Stato’

quoted business

Cuba lancia lo ‘smartphone di Stato’

Strategie & Regole
+6,4% il Pil del primo trimestre. Corre l’economia

+6,4% il Pil del primo trimestre. Corre l’economia degli Stati Uniti

Economia

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com