Africa subsahariana, la ripresa dell’economia più lenta al mondo

Secondo l’Fmi, sull'area geografica pesano la lenta diffusione del vaccino e le forti differenze politiche nei vari Paesi, in un contesto che vede le economie avanzate crescere di oltre il 5%, mentre altri mercati emergenti e molti Paesi in via di sviluppo del 6%

Regione subsahariana, la ripresa dell’economia più lenta al mondo

L’economia dell’Africa subsahariana si riprenderà nel 2021 dalla forte contrazione del 2020 dovuta alla pandemia di Covid, con un rimbalzo del Pil a +3,7% che resta però la ripresa più lenta al mondo. Lo afferma il Fondo monetario internazionale, che stima anche una crescita del 3,8% nel 2022, in un contesto generale di “ripresa positiva ma relativamente modesta”, che mantiene “il gap con il resto del mondo nel medio termine”.

Il rimbalzo deriva principalmente da un contesto esterno favorevole, complice il miglioramento del commercio e dei prezzi delle materie prime da una parte e un generale miglioramento della produzione agricola dall'altra. Tuttavia – spiega l’Fmi - le prospettive restano “molto incerte”: la ripresa dipende dai progressi nella lotta contro il Covid, con una campagna vaccinale che arranca e una vulnerabilità legata ai blocchi dell’attività globale e alle misure di contenimento a livello locale.

“Con una crescita stimata al 3,7% quest’anno - si legge nel rapporto - la ripresa nell’Africa subsahariana sarà la più lenta al mondo, poiché le economie avanzate crescono di oltre il 5%, mentre altri mercati emergenti e molti Paesi in via di sviluppo di oltre il 6. Questo gap riflette la lenta diffusione del vaccino nell’Africa subsahariana e le forti differenze politiche nei vari Paesi. Si prevede che il reddito reale pro capite rimarrà intorno al 5,5% al di sotto delle tendenze pre-crisi, con perdite permanenti di produzione reale comprese tra il -21% e il -2%.”

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Mattarella: “In Africa e Ue vivono oltre 1,5 mld di persone con un Pil pari a 15.000 mld di euro”

Il presidente della Repubblica: “Il continente africano rappresenta il partner naturale per l’Ue. Non comprenderlo adesso ci porterebbe a constatare, fra qualche anno, di essere stati relegati alla periferia del pianeta. Un modello di crescita endogeno e integrato rappresenta la migliore risposta ai fenomeni migratori. E nonostante l’intero continente sia responsabile di appena il 3% delle emissioni globali, si trova ad essere vittima di una percentuale ben più consistente”. [continua ]

Economia
In 20 anni ceduti a società straniere 35 milioni di ettari di terra

Chi si è mangiato l'Africa: in 20 anni ceduti a società straniere 35 milioni di ettari di terra

Economia

Altro che eolico e solare. Il Nordafrica è la nuova frontiera dell’idrogeno verde. Rivoluzione o un’altra forma di colonialismo?

Ma non è tutto oro (anzi idrogeno) ciò che luccica, soprattutto per le popolazioni locali. Il rischio è quello di riprodurre il colonialismo anche nei processi di transizione alle energie rinnovabili, assumendo la forma di green grabbing (accaparramento ecologico) [continua ]

Energie & Risorse
6 persone al minuto muoiono di fame

In Africa 6 persone al minuto muoiono di fame

Economia
La sfida: meno nascite e più istruzione

La sfida dell’Africa: meno nascite e più istruzione

Economia
Pechino ha bloccato il mega progetto ferroviario

Pechino ha bloccato il mega progetto ferroviario in Africa

Economia

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com