L’economia tedesca tornerà ai livelli pre-crisi alla fine del 2021

Le previsioni dell’Ifo: il Pil della Germania in calo del 12,2% nel secondo trimestre. Flessione del 6,6% su base annua

L’economia tedesca tornerà ai livelli pre-crisi alla fine del 2021

L’economia tedesca subirà una contrazione del 6,6% nel 2020: lo sostiene l’Istituto Ifo.

La più grande economia europea si è ridotta dell’1,9% nei primi tre mesi del 2020 e si prevede una caduta del 12,2% nel secondo trimestre. E il ritorno al livello pre-crisi non avverrà prima della fine del 2021. 

Anche il mercato del lavoro comincia segnalare gravi sofferenze. La disoccupazione, inevitabilmente, aumenterà. In particolare, la tendenza al calo del numero di dipendenti è destinata ad intensificarsi nello strategico settore manifatturiero.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com