Nuove misure anti-Covid. Conte: “I sindaci possono disporre il coprifuoco alle 21”. E ‘boccia’ il Mes

Il presidente del Consiglio: “Mettere in campo tutte le misure necessarie”

Conte: “I sindaci possono disporre il coprifuoco alle 21”. E ‘boccia’il Mes

I sindaci possono disporre la chiusura al pubblico, dopo le ore 21, di vie o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento. Sì all’attività sportiva e motoria all’aperto, sempre nel rispetto della distanza di sicurezza. Stop agli sport di squadra dilettantistici.

Alle superiori sì alla didattica a distanza alternata però a quella in presenza e unita a una più marcata diversificazione degli orari di entrata ed uscita degli alunni. Le università predispongono, in base all'andamento del quadro epidemiologico, piani di organizzazione della didattica e delle attività curriculari in presenza e a distanza in funzione delle esigenze formative.

Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5 sino alle 24 con consumo al tavolo, e con un massimo di sei persone per tavolo, e sino alle ore 18 in assenza di consumo al tavolo. Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l'attività di confezionamento che di trasporto, nonché, fino alle ore 24, la ristorazione con asporto.

Cinema e teatri restano aperti con il numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all'aperto e di 200 spettatori per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala. Sono vietate le sagre e le fiere di comunità. Restano consentite le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale. Sospese anche tutte le attività convegnistiche o congressuali, ad eccezione di quelle che si svolgono con modalità a distanza.

Ma forse la notizia più importante è nella risposta a una domanda di Giulio Gambino sul Mes. Conte ha fatto capire di non essere assolutamente convinto della necessità al momento di attingere al Meccanismo europeo di stabilità.

quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Regionali: 3-3. Conte non rischia. E il referendum apre la strada al Mes

quoted business

Regionali: 3-3. Conte non rischia. E il 'sì' al referendum apre la strada al Mes

Strategie & Regole

quoted business

M5s: “Sul Mes non c’è una battaglia ideologica”

“Sul Meccanismo europeo di stabilità non c’è alcuna battaglia ideologica, a differenza di come la questione viene spesso presentata”. Luigi Di Maio torna sul ricorso ai fondi del Mes. “C’è un negoziato aperto a livello internazionale che sta portando avanti il presidente del Consiglio Giuseppe Conte - afferma il ministro degli Esteri al giornale austriaco Die Presse - e noi abbiamo fiducia nelle sue parole”. [continua ]

Strategie & Regole
Conte contro Salvini e Meloni: “Il Mes? Il governo non ha firmato nulla”

quoted business

Conte, attacco pesante contro Salvini e Meloni: “Il Mes? Il governo non ha firmato nulla”

Strategie & Regole

Il numero dei lavoratori in nero rischia di raddoppiare in pochi mesi

La crisi determinata dall'emergenza sanitaria potrebbe far “esplodere” l’esercito dei lavoratori in nero presenti in Italia già oggi pari a 3,3 milioni. Stando alle previsioni dell’Istat, infatti, entro la fine di quest'anno circa 3,6 milioni di addetti rischiano di perdere il posto di lavoro. L’allarme arriva dall'Ufficio studi della Cgia. [continua ]

Economia

Nel secondo trimestre 470.000 occupati in meno

Tasso di disoccupazione all’8,3% nel secondo trimestre, con un calo di 0,9 punti rispetto al primo trimestre e di due punti rispetto al secondo trimestre 2019. Lo rileva l’Istat, spiegando però che il calo è legato all’incremento dell’inattività dovuta all’emergenza epidemiologica da Covid19 e al lockdown. I disoccupati sono saliti a 2.057.000. Gli inattivi tra i 15 e i 64 anni sono aumentati di 5,5 punti percentuali rispetto al primo trimestre raggiungendo quota 14.183.000 unità. [continua ]

Jobs & Skills

Pil nel secondo trimestre: -12,8%

L’Istat rivede al ribasso le stime sul Pil durante la fase più acuta della pandemia. Il calo del Pil nel secondo trimestre dell’anno è stato pari al 12,8% rispetto al trimestre precedente e al 17,7% in relazione all’anno precedente. La stima preliminare evidenziava invece una contrazione del 12,4% su base congiunturale e del 17,3% su base tendenziale. [continua ]

Economia

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com