Iran: ultimatum di 60 giorni. Altrimenti violerà l’accordo sul nucleare

Il presidente iraniano ha detto che attende risposte dai partner su petrolio e banche. E si è detto pronto a riprendere l'arricchimento dell'uranio

Ultimatum di 60 giorni. Altrimenti violerà l’accordo sul nucleare

L'Iran non intende ritirarsi dall'intesa sul nucleare, ma riprenderà l'arricchimento del suo uranio se entro 60 giorni i partner non accetteranno di soddisfare le sue richieste in ambito petrolifero e bancario. Lo ha annunciato il presidente Hassan Rohani.

L'ultimatum è stato annunciato da Rohani in una lettera ai restanti partner del Piano comprensivo di azione (Jcpoa), firmato nel 2015 con il gruppo 5+1 (formato da Stati Uniti, Russia, Cina, Francia, Regno Unito e Germania), nel primo anniversario del ritiro americano dall'intesa.

"L'accordo sul nucleare ha bisogno di un'operazione chirurgica e gli antidolorifici dell'ultimo anno non sono stati efficaci. Questa operazione serve per salvare l'accordo, non per distruggerlo", ha aggiunto il presidente iraniano.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com