Ukrainegate, cade la prima testa

L'inviato speciale degli Usa in Ucraina, Kurt Volker, si è dimesso

Ukrainegate, cade la prima testa
Kurt Volker

Kurt Volker, l’inviato speciale Usa in Ucraina, si è dimesso un giorno dopo la diffusione della denuncia di uno 007-talpa sulla telefonata in cui il presidente Usa chiese a quello ucraino Volodymyr Zelenskyj di indagare i Biden e sul tentativo di insabbiarla. Volker mise in contatto l’avvocato personale di Donald Trump, Rudy Giuliani, con un alto collaboratore del leader ucraino. L’ex sindaco di New York si è detto pronto a testimoniare davanti al Congresso sui suoi incontri con dirigenti ucraini. L'inchiesta per un eventuale impeachment di Donald Trump intanto accelera: i capi di imputazione potrebbero essere messi a punto già entro la fine di ottobre, secondo alcuni deputati. La speaker della Camera Nancy Pelosi conferma che i democratici si muoveranno “rapidamente” anche se, precisa, “non avventatamente”.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com