Jacques Delors: “La mancanza di solidarietà è un pericolo mortale per l’Europa”

Ex presidente della Commissione europea, Delors è stato fra i primi sostenitori degli eurobond

Delors: “La mancanza di solidarietà è un pericolo mortale per l’Europa”
Jacques Delors

La mancanza di solidarietà fra i paesi europei è un “pericolo mortale”per l’Unione. È l’avvertimento che arriva dall’ex presidente della Commissione europea, Jacques Delors.

Delors, 94 anni, socialista, si è sempre battuto per una maggiore integrazione in Europa ed è stato uno dei primi sostenitori degli eurobond. “L’Ue ha affrontato e sopravvissuto a una serie di minacce esistenziali nel corso degli anni - ha spiegato Delors - ma il Covid-19 ha rivelato vecchie ferite che potrebbero ancora rivelarsi fatali”.

“Il clima che sembra regnare tra i capi di Stato e di governo e la mancanza di solidarietà europea fanno correre un pericolo mortale all’Unione”, ha aggiunto l’ex ministro francese dell’Economia che ha presieduto l’organo di governo dell’Ue dal 1985 al 1995.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Ue, via libera allo status di candidati a Ucraina e Moldavia. Ma per i paesi balcanici il vertice è stato un disastro

L’Alto rappresentante dell’Ue, Josep Borrell: “L’unanimità è un grande problema” nel prendere decisioni [continua ]

Ue
Strategie & Regole
Bruxelles, quinto pacchetto di sanzioni contro la Russia. Germania isolata

L’Ue vara il quinto pacchetto di sanzioni contro la Russia. Germania sempre più isolata

Ue
Strategie & Regole

L’Ue crea la sua mini-difesa. Ma quello che servirebbe è una politica estera comune

La decisione dell’Ue di dotarsi di 5.000 soldati e più fondi per gli armamenti non sposterà gli equilibri nel breve e medio periodo e si tradurrà comunque in un aumento del divario tra spesa per la difesa e integrazione, situazione esacerbata dall’assenza di una politica estera comune. A brindare all’iniziativa di Bruxelles è soprattutto l’industria militare, che può crogiolarsi in una spesa in costante crescita su base nazionale associata a inefficienze e duplicazione di progetti e costi. [continua ]

Ue
Strategie & Regole
quoted business

Draghi: “Questo Consiglio europeo è stato un successo”

Il premier italiano: “Più forte è la Difesa europea, più forte è la Nato. Comunque, i paesi dell’Ue spendono 3 volte di più rispetto alla Russia”. Per clima e Difesa occorrono più risorse: “Ma nei bilanci nazionali non c’è spazio…”. Poi spiega: “Importeremo di più da Canada, Stati Uniti, Argentina”. [continua ]

Ue
Strategie & Regole
Macron lancia il Recovery di guerra
quoted business

Macron lancia il Recovery di guerra

Ue
Strategie & Regole
51 obiettivi centrati. In arrivo dall’Ue 21 miliardi

51 obiettivi centrati. In arrivo dall’Ue 21 mld. Via libera all’Italia dalla Commissione

Ue
Strategie & Regole

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com