Occupata dai militari l’ambasciata birmana nel cuore di Londra

Nel paese asiatico la strage continua nel silenzio della comunità internazionale

Occupata dai militari l’ambasciata birmana nel cuore di Londra

Il bilancio dei morti dall'inizio delle proteste anti golpe in Birmania sfiora quota 600 persone: lo riporta l’Associazione per l’assistenza ai prigionieri politici. Secondo l’organizzazione no profit per la difesa dei diritti umani solo nella giornata del 7 aprile sono state uccise 12 persone, mentre altre cinque che avevano perso la vita nei giorni scorsi ma non erano state conteggiate sono state aggiunte al totale: i nuovi dati portano il totale delle vittime a quota 598.

Intanto, l’ambasciatore birmano in Gran Bretagna, Kyaw Zwar Minn, ha denunciato l’occupazione della sede diplomatica nel cuore di Londra da parte di militari del suo Paese: “Quando sono uscito, i soldati hanno fatto irruzione all'interno dell'ambasciata e l'hanno presa. Hanno detto di aver ricevuto istruzioni dalla capitale, quindi non mi lasceranno entrare”.

Il diplomatico, che ha più volte richiesto la liberazione di Aung San Suu Kyi e condannato il golpe, ha trascorso la notte in macchina.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com