“Dall’Italia ancora più soldi alla Libia”

La denuncia di Oxfam

“Dall’Italia ancora più soldi alla Libia”

L’Italia ha in programma di continuare ad aumentare gli stanziamenti alla Guardia Costiera libica: 3 milioni in più nel 2020, per un totale di 58,28 milioni di euro diretti alle autorità libiche, che portano il costo sostenuto dai contribuenti italiani a sostegno dell'accordo Italia-Libia, siglato nel 2017, a 213 milioni di euro.

“Tutto ciò, nonostante si continui a morire lungo la rotta del Mediterraneo centrale - con oltre 230 vittime dall'inizio dell'anno - e nonostante numerose inchieste e testimonianze abbiano confermato il coinvolgimento della Guardia Costiera libica nel traffico di esseri umani”.

La denuncia arriva da Oxfam, che fa notare anche come proseguano “i rimpatri forzati verso i lager libici, dove uomini, donne e bambini in fuga da guerre e persecuzioni, sono ancora oggi vittime di torture e abusi inimmaginabili”.

Al momento - evidenzia Oxfam - si contano oltre 2 mila migranti bloccati nei centri di detenzione ufficiali libici e un numero imprecisato in quelli non ufficiali, controllati dalle diverse bande armate e fazioni in lotta, con oltre 400 mila gli sfollati interni a causa della guerra civile.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com