Biden gioca la carta Yellen per rilanciare l’economia in crisi

Ex presidente della Fed, Janet Yellen è stata scelta per il dopo Steven Mnuchin e per rilanciare l’economia statunitense alle prese con la peggiore crisi dalla Grande Depressione

Biden gioca la carta Yellen per rilanciare l’economia in crisi
Janet Yellen

Biden ha scelto l’ex presidente della Fed, Janet Yellen, per la guida del Tesoro. Yellen sarà la prima donna nella storia a ricoprire tale incarico dopo essere stata la prima donna presidente della Fed.

Il neo inquilino della Casa Bianca l’ha scelta per il dopo Steven Mnuchin e per rilanciare l’economia americana alle prese con la peggiore crisi dalla Grande Depressione.

Yellen è una colomba esperta nella disoccupazione, e per questo voluta dall’ala più a sinistra del partito democratico, che ha spinto per una figura attenta e sensibile al lato sociale e non solo a quello prettamente monetario.

Nata a Brooklyn da genitori che hanno vissuto la Grande depressione, Yellen si è scoperta interessata all’economia durante i suoi anni all’università. Mentre era alla Brown University ha avuto modo di incontrare James Tobin, professore di Yale, consigliere dei presidenti John Fitzgerald Kennedy e Lyndon Johnson, che dopo qualche anno avrebbe vinto il premio Nobel all’Economia.

Nel 1997 è stata presidente del Consiglio degli advisor economici del presidente Bill Clinton. Poi è rientrata alla Federal Reserve come presidente della Fed di San Francisco ed è stata una delle prime voci a mettere in guardia sul boom immobiliare che poi è sfociato nella crisi del 2008.

Nel 2013 Obama la nominò presidente della Fed. Alla guida della Banca centrale statunitense è riuscita a tenere testa alle banche di Wall Street.

quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com