Joe Biden riabilita Mohammed Bin Salman. E ottiene più petrolio

La Casa Bianca ottiene il via libera all’aumento della produzione di petrolio (+50%) entro l’estate da parte dei sauditi. Una mossa che dovrebbe far scendere il prezzo dell’oro nero a livello globale

Joe Biden riabilita Mohammed Bin Salman. E ottiene più petrolio
Il principe saudita Mohammed bin Salman

L’Arabia Saudita si è impegnata ad aumentare la produzione di petrolio a luglio e agosto, una mossa che aiuterà a “stabilizzare considerevolmente i mercati”. Lo rende noto la Casa Bianca in una nota diffusa dopo l’incontro a Gedda tra il presidente Joe Biden e il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman.

“Riad si è impegnata a sostenere il bilanciamento del mercato petrolifero globale per una crescita economica sostenuta. Abbiamo accolto con favore l’aumento dei livelli di produzione del 50% al di sopra di quanto previsto per luglio e agosto”, sottolinea la Casa Bianca.

Al principe ereditario saudita, “ho detto che penso sia personalmente responsabile per l’uccisione di Jamal Khashoggi”, ha spiegato Biden. Il presidente statunitense ha anche precisato che, a sua volta, il principe ha “negato di essere responsabile della morte” avvenuta all’interno del consolato saudita a Istanbul nel 2018.

I rischi di recessione economica aumentano anche negli Usa. Più che abbastanza per chiudere un occhio difronte a un omicidio così brutale e chiedere al maggior produttore mondiale di petrolio di aumentare l'offerta, nella speranza che possa essere una mossa sufficiente per far scendere il prezzo del petrolio a livello globale (quindi anche negli Usa).

quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Petrolio, Arabia Saudita ed Emirati rifiutano la telefonata di Biden

Petrolio, Arabia Saudita ed Emirati rifiutano la telefonata di Biden

Energie & Risorse

Arabia Saudita e Cina puntano a sostituire il dollaro con lo yuan nella vendita del petrolio

Il maggior importatore di petrolio, la Cina, con il più grande esportatore, l’Arabia Saudita, studiano il passaggio dai petrodollari ai petroyuan. La novità avrebbe conseguenze rilevanti per il mercato petrolifero globale che da sempre usa la valuta statunitense come moneta ufficiale. [continua ]

Energie & Risorse

Il principale esportatore di petrolio del mondo punta a trasformarsi nel primo produttore di idrogeno verde

L’Arabia Saudita ha bisogno di trovare altre fonti di reddito in un mondo che in futuro farà sempre meno affidamento sui combustibili fossili. Ma l’idrogeno verde può essere prodotto dovunque e se il mercato dovesse decollare come previsto (600 miliardi di dollari entro il 2050), la concorrenza sarà feroce. E i dubbi sui costi restano. [continua ]

Energie & Risorse
Riad oltre il petrolio

L’Arabia Saudita oltre il petrolio

Energie & Risorse
Riad torna al centro della scena globale

Al centro della scena globale torna l’Arabia Saudita

Energie & Risorse
Italia e Spagna pronte a riprendere l’import di petrolio dal Venezuela

Italia e Spagna pronte a riprendere l’import di petrolio dal Venezuela. Gli Usa hanno dato l’ok

Strategie & Regole

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com