Colonialismo, l’Algeria chiede le scuse della Francia

A 58 anni dall’indipendenza del paese nordafricano, il presidente Tebboune: “Le scuse di Parigi consentirebbero di raffreddare le tensioni e creare un’atmosfera più calma per le relazioni economiche e culturali”

Colonialismo, il Paese nordafricano chiede le scuse della Francia

“L’Algeria si aspetta delle scuse ufficiali per l’occupazione coloniale della Francia nel paese nordafricano”. Lo ha detto il presidente algerino, Abdelmadjid Tebboune.

I 132 anni di dominazione coloniale della Francia in Algeria e la brutale guerra degli otto anni che vi pose fine hanno lasciato un’eredità spinosa tra i due paesi.

In quello che è stato interpretato come un gesto di riconciliazione, l’Algeria ha ricevuto venerdì 3 luglio (giorno del 58° anniversario dell’indipendenza del paese nordafricano) i teschi di 24 combattenti della resistenza decapitati durante il periodo coloniale.

Tebboune ha spiegato che le scuse di Parigi “consentirebbero di raffreddare le tensioni e creare un’atmosfera più calma per le relazioni economiche e culturali”, in particolare per gli oltre 6 milioni di algerini che vivono in Francia.

Nel dicembre dello scorso anno, Macron aveva dichiarato che “il colonialismo è stato un grave errore e un crimine contro l’umanità”.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

L’ex premier Tebboune, vicino ai militari, vince le elezioni

L’ex premier Tebboune, vicino ai militari, vince le elezioni. Ma è caos in Algeria

Strategie & Regole

quoted business

Algeria, si è dimesso il presidente Bouteflika

Abdelaziz Bouteflika si è dimesso e rinuncia al quinto mandato. Non è chiaro quanto di questa decisione sia stata presa dal presidente in persona o quanto, piuttosto, sia frutto di un accordo del suo entourage. Ma il fatto è comunque avvenuto poco prima che le manifestazioni degenerassero. Le sue dimissioni, tuttavia, potrebbero incidere poco sulla situazione del Paese: arrivano a poche settimane dalla scadenza naturale (28 aprile) e non sciolgono i nodi legati a una difficile transizione. [continua ]

Strategie & Regole

Algeria, Bouteflika getta la spugna. Ma le proteste continuano

Il presidente algerino Abdelaziz Bouteflika si dimetterà prima della scadenza del suo mandato, il 28 aprile. Lo ha annunciato lo stesso presidente in un comunicato citato dall'agenzia ufficiale algerina Aps. Il capo dello Stato prenderà tutte le "misure necessarie per assicurare il funzionamento delle istituzioni durante la transizione", si legge nel comunicato. [continua ]

Strategie & Regole
Sta ripetendo l'errore della primavera araba?

La “rivoluzione” algerina sta ripetendo l'errore della primavera araba?

Strategie & Regole
Bouteflika rinuncia alla candidatura e rinvia le elezioni

Algeria, Bouteflika rinuncia alla candidatura e rinvia le elezioni

Strategie & Regole
Si infiamma il paese africano più esteso

L'Algeria si infiamma

Strategie & Regole

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com