L'inquinamento indoor è una seria minaccia. Così l'aria è diventata il nuovo status symbol

L'inquinamento indoor è una seria minaccia: la qualità di ciò che respiriamo all'interno di uffici e abitazioni, anche in città molto inquinate, può essere peggiore di quella esterna. Cresce la consapevolezza e anche il business dell’aria

L’aria è il nuovo status symbol

L'hotel Cordis assomiglia a molte altre strutture ricettive di lusso a Shanghai. Ha, invece, qualcosa in più: offre ai propri clienti aria pulita e certificata. Tutte le 396 camere degli ospiti sono monitorate e dotate di Tv che mostrano i livelli di inquinamento. La qualità dell’aria all'interno delle stanze è circa 10 volte migliore rispetto a quella esterna.

L’inquinamento indoor è una seria minaccia

In effetti la qualità di ciò che respiriamo all’interno di uffici e abitazioni, anche in città molto inquinate, può essere peggiore di quella esterna. La causa sono i gas emessi da materiali edili poveri, mobili, vernici e adesivi. Che il problema sia serio lo confermano le stime dell’Organizzazione mondiale della sanità sull’inquinamento atmosferico (sia indoor che outdoor), che causerebbe 6,5 milioni di morti premature ogni anno. D’altronde, la maggior parte delle persone trascorre il 90% del proprio tempo indoor.

Consapevolezza e business

In Cina, tuttavia, è in aumento la consapevolezza rispetto al problema come dimostra il caso di Pechino, dove la metà dei nuovi edifici urbani dovranno essere certificati green entro il 2020. Insieme alla coscienza anche il business si è accorto di questo possibile nuovo mercato. Presto decideremo se andare in un ristorante piuttosto che un altro anche in base a quello che offrirà l’aria migliore. Diventerà uno status symbol. Anzi lo è già.

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com