L’e-commerce vola, ma quasi 8 Pmi su 10 non vendono online

Nonostante il digitale abbia fatto grandi progressi, tra le imprese di minori dimensioni c’è ancora un forte ritardo sul cloud. E il tessuto industriale italiano è per la stragrande maggioranza costituito da Pmi

Quasi 8 Pmi su 10 non vendono online, ma l’e-commerce vola

L’e-commerce vola (o quantomeno così sembra) durante la pandemia, ma le imprese italiane faticano a familiarizzare con la possibilità di accrescere il proprio business online.

È questa l’indicazione principale, e poco confortante, che si trae da uno studio condotto dall’Osservatorio Innovazione Digitale nelle Pmi del Politecnico di Milano.

Secondo la ricerca, in Italia “arriva al 76% la quota di imprese di piccole e medie dimensioni che non effettua vendite online, in uno scenario in cui l’emergenza sanitaria ha avuto l’effetto di accelerare ulteriormente e in modo capillare l’adozione di questo canale d’acquisto da parte dei consumatori”.

Inoltre, ancora troppe poche aziende (15,8%) hanno sviluppato un proprio sito o una propria app di e-commerce sul quale vendere i propri prodotti.

Gli investimenti, inoltre, sono in ritardo anche in materia di cloud computing: appena il 30,4% del panel intervistato dichiara di fare leva su soluzioni completamente (o prevalentemente) in cloud, mentre per il 32,4% il cloud non è prevalente all’interno della propria infrastruttura informatica.

quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com