Crescono le partecipazioni delle imprese italiane all’estero: nel 2015 hanno superato quota 35mila

Le partecipazioni all’estero delle aziende italiane sono aumentate del 12,7% nel periodo 2009-2015, raggiungendo la quota di 35.684.

Nel periodo in esame il numero di occupati all’estero alle dipendenze di imprese a partecipazione italiana è diminuito del 2,9% (una contrazione di poco più di 50mila unità), mentre il fatturato è aumentato dell’8,3%, facendo registrare un incremento in termini assoluti del giro di affari di oltre 40 mld di euro.

Gli Stati Uniti sono il principale paese di destinazione di tali investimenti: nel 2015 le partecipazioni italiane nelle aziende statunitensi sono state superiori a 3.300. Seguono, poi, Francia, Romania, Spagna, Germania, Regno Unito e Cina. Quando la fuga non è dettata da mere speculazioni di natura opportunistica, queste operazioni di internazionalizzazione rafforzano e rendono più competitive le nostre aziende con ricadute positive anche nei territori di provenienza di queste ultime.

A tal proposito quasi il 78% del totale delle partecipazioni sono riconducibili a imprese italiane ubicate nelle regioni del Nord Italia. E proprio in queste regioni è stato rilevato un altro fenomeno interessante, che ha visto numerose imprese riprendere la via di casa. Ovvero, si sono rilocalizzate in Italia, come è successo, in Veneto ed Emilia Romagna, a Benetton, Bottega Veneta, Fitwell, Geox, Safilo, Piquadro, Wayel, Beghelli, Giesse e Argotractors.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com