Fca, dopo Renault punta a Oriente

Fca, dopo Renault punta a Oriente

Messo da parte il clamoroso fallimento del progetto di fusione con Renault - secondo Reuters l’errore fatale è stato non coinvolgere nelle trattative Nissan sin dall’inizio, il più importante tra i partner nipponici di Renault (l’altro è Mitsubishi) - per Fiat Chrysler Automobiles è ora il momento di guardare avanti. Il gruppo presieduto da John Elkann ha bisogno di un partner solido per condividere i pesanti investimenti su guida autonoma e veicoli elettrici.

Fca, se non dovesse raggiungere un’intesa con PSA, potrebbe allora puntare a Oriente: in testa ci sarebbero la coreana Hyundai (che controlla Kia) e la cinese Geely, proprietaria di Volvo, Lotus e del pacchetto più rilevante di Daimler-Mercedes. 

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com