Altro che aumentare l’occupazione. Il lavoro diventerà un privilegio per pochi?

Il tasso di partecipazione della forza lavoro scenderà intorno al 50% nei prossimi 30 anni. A farne le spese saranno soprattutto Spagna, Belgio, Francia, Italia e Portogallo

Il lavoro diventerà un privilegio per pochi?

Il tasso di partecipazione della forza lavoro scenderà intorno al 50% nei prossimi 30 anni. La diminuzione media sarà pari a 5,5 punti percentuali nelle principali economie avanzate. La stima è dell’Fmi.

Effetti negativi sul Pil

Ipotizzando che tutti gli altri fattori restino costanti, la diminuzione della partecipazione profetizzata dal Fondo si tradurrà in una riduzione media di 3 punti percentuali del Pil.

Invecchiamento demografico e welfare

A farne le spese saranno soprattutto Spagna, Belgio, Francia, Italia e Portogallo. In questa dinamica gioca un ruolo chiave l’invecchiamento della popolazione e il circolo vizioso che si instaura con i sistemi di sicurezza sociale, e la loro sostenibilità.

Stato stazionario negli ultimi 30 anni

Al contrario di quanto previsto per il prossimo futuro, se volgiamo lo sguardo al passato, secondo l’Fmi, la partecipazione della forza lavoro non è mutata negli ultimi 30 anni nella maggior parte delle economie avanzate. Mentre altri pochi paesi, tra i quali Spagna, Germania e Corea del Sud, hanno visto salire i tassi di oltre 5 punti percentuali.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com