Eurozona, il tasso di disoccupazione scende al livello più basso dal 2008

Continua a diminuire il numero di coloro che si dichiarano alla ricerca di un’occupazione

Disoccupazione, scende al livello più basso dal 2008

La disoccupazione continua a scendere nell’Eurozona. A maggio ha fatto registrare il 7,5%. Si tratta del tasso più basso registrato dal luglio 2008. Lo ha annunciato Eurostat. Ancora più modesta la percentuale rilevata nell’Ue: 6,3%.

Repubblica ceca (2,2%), Germania (3,1%) e Paesi Bassi (3,3%) hanno mostrato i tassi di disoccupazione più contenuti. Dall’altro lato della classifica troviamo Grecia (18,1%), Spagna (13,6%) e Italia (9,9%). Nel caso di Atene e Madrid, nonostante continuino ad evidenziare valori molto elevati, il tasso è sceso di ben due punti.

Il tasso di disoccupazione giovanile è al 14,3% nell’Ue e al 15,7% nell'Eurozona. A livello nazionale Germania (5,1%) e nei Paesi Bassi (6,3%) sono i paesi più performanti, mentre Grecia (40,4%), Spagna (31,7%) e Italia (30,5%) restano in coda al ranking.

Fonte

Articoli correlati

Disoccupazione, al livello più basso da oltre 10 anni

La disoccupazione nell’Eurozona scende al livello più basso da oltre 10 anni

Jobs & Skills
Il Pil sale e la disoccupazione scende, ma i salari sono quasi fermi

Il Pil sale e la disoccupazione scende, ma i salari sono quasi fermi. Dove si rompe l'equilibrio?

Jobs & Skills

Germania: verso la recessione, ma la disoccupazione scende al 4,9%. Per ora

Nella prima economia europea, afflitta da una crescita economica anemica, la disoccupazione continua a scendere e a settembre ha fatto registrare il 4,9% (pari a 2,23 milioni di tedeschi). È il miglior settembre dalla riunificazione della Germania nel 1990. Ma non è tutto oro ciò che luccica. Il tasso di disoccupazione normalmente a settembre (di ogni anno) scende, poiché più persone vengono assunte dopo la stagione estiva. [continua ]

Jobs & Skills

Si riduce la disoccupazione ma scendono anche le ore lavorate

Nel secondo trimestre dell'anno, l'Istat traccia - nei confronti del primo periodo del 2019 - una riduzione degli inattivi, cioè coloro che non hanno lavoro né lo cercano, con il tasso dei senza lavoro che scende al 9,9% e un leggero aumento dell'occupazione (+0,6%). Significa 130 mila occupati in più: salgono i dipendenti, sia a termine che permanenti, e in misura minore anche gli indipendenti. [continua ]

Jobs & Skills
Tasso di disoccupazione al minimo da 26 anni: 2,2%

Giappone, tasso di disoccupazione al minimo da 26 anni: 2,2%

Jobs & Skills
L'economia rallenta ma la disoccupazione è al minimo storico: 6,3%

Ue, l’economia frena ma la disoccupazione è al minimo storico: 6,3%

Ue
Jobs & Skills

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com