Allarme mattatoi: “Sono i nuovi focolai”

L’ultimo caso registrato in Germania mette in allarme l’industria della carne, non solo tedesca

Allarme mattatoi: “Sono i nuovi focolai”

Nella vita tutto ha un costo e questo vale anche per la carne a basso prezzo che i consumatori delle economie avanzate amano mangiare. A confermalo l’ultimo grave episodio registrato in Germania dopo che centinaia di lavoratori provenienti dall’Europa orientale impiegati nel mattatoio di Westfleisch nella Renania settentrionale-Vestfalia sono risultati positivi al coronavirus.

A pagare il prezzo più alto sono i lavoratori. Westfleisch, sebbene sia la terza più grande azienda di trasformazione della carne in Germania, ha pochi dipendenti. In compenso, può contare su molti ‘interinali’ rumeni, bulgari e polacchi. Il problema è che sono sottopagati e lavorano in condizioni igieniche critiche. Aumenta, dunque, la possibilità che il contagio tra di loro corra veloce. Ma sale anche il rischio che la popolazione locale entri in contatto con i casi positivi.

Ecco allora che la carne tedesca a un prezzo concorrenziale (così competitiva da essere esportata persino in Cina) comincia a piacere meno da quando il Covid-19 ha messo in evidenza quello che in molti hanno finora fatto finta di non vedere.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Berlino aumenta il salario minimo

La Germania aumenta il salario minimo

Jobs & Skills
Trovata la molecola che blocca la riproduzione del Covid-19

Trovata la molecola che blocca la riproduzione del Covid-19

Innovazione

Il mercato del lavoro tedesco tiene. Disoccupazione al 6,1%

Il mercato del lavoro tedesco è rimasto stabile a dicembre, secondo i dati ufficiali diffusi martedì. I dati sono stati pubblicati prima della decisione dei leader federali e statali del paese di estendere il blocco a livello nazionale fino al 31 gennaio. Il governo ha ordinato la chiusura della maggior parte delle attività non essenziali durante il periodo natalizio, spingendo le imprese a sfruttare un programma statale che consente loro di ridurre le ore di lavoro ed evitare licenziamenti. [continua ]

Jobs & Skills
Smart working, il governo contraddice Deutsche Bank

quoted business

Germania, il governo contraddice Deutsche Bank. Le tasse sugli smart worker vanno aumentate?

Jobs & Skills
Crisi d’acciaio

Rai

Crisi d’acciaio

Jobs & Skills

quoted business

Volkswagen taglia 9.500 posti di lavoro

Volkswagen taglia 9.500 posti di lavoro nel suo comparto specializzato in autocarri e autobus Man Truck & Bus. L’obiettivo è risparmiare circa 1,8 miliardi di euro entro il 2023. Questa misura significherebbe la scomparsa di un quarto di tutti i posti di lavoro della Man, che da tempo subisce pesanti perdite. Già prima della pandemia l’azienda stimava che le vendite in Europa sarebbero diminuite del 10-12% nel 2020. [continua ]

Jobs & Skills

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com