Se l’aumento del tasso di disoccupazione è (in parte) una buona notizia

Il tasso di disoccupazione balza al 10,7% perché aumentano le persone in cerca di lavoro e diminuiscono gli inattivi

Se l’aumento del tasso di disoccupazione è (in parte) una buona notizia

Continua ad aprile la crescita graduale dei posti di lavoro, ma sale anche il tasso di disoccupazione come conseguenza dell’aumento delle persone in cerca di occupazione e della riduzione del numero di inattivi.

I dati diffusi dall’Istat mostrano un incremento mensile di 20.000 occupati, che salgono a +120 mila rispetto allo scorso gennaio. Il tasso di disoccupazione balza al 10,7%, il livello più elevato da ottobre 2018, che si raffronta al 7,4% di aprile 2020.

È un dato che si presta a una doppia lettura. Da un lato, come detto, sono aumentate le persone in cerca di occupazione (+870 mila in un anno) e contemporaneamente sono diminuiti gli inattivi. Dall’altro, il tasso di disoccupazione (e in generale le performance del mercato del lavoro nel nostro paese) resta su livelli elevati strutturalmente distanti ad esempio da quello delle prime tre economie europee: Germania, Regno Unito e Francia hanno, rispettivamente, il 4,6%, 4,8% e 8%.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Francia, Regno Unito e Spagna hanno più dipendenti pubblici dell’Italia

Francia, Regno Unito e Spagna hanno più dipendenti pubblici dell’Italia

Jobs & Skills
La disoccupazione giovanile in Italia sale al 33%. La media Ocse è 13,3%

La disoccupazione giovanile in Italia sale al 33%. La media Ocse è 13,3%

Jobs & Skills

Il mercato del lavoro tedesco tiene. Disoccupazione al 6,1%

Il mercato del lavoro tedesco è rimasto stabile a dicembre, secondo i dati ufficiali diffusi martedì. I dati sono stati pubblicati prima della decisione dei leader federali e statali del paese di estendere il blocco a livello nazionale fino al 31 gennaio. Il governo ha ordinato la chiusura della maggior parte delle attività non essenziali durante il periodo natalizio, spingendo le imprese a sfruttare un programma statale che consente loro di ridurre le ore di lavoro ed evitare licenziamenti. [continua ]

Jobs & Skills

quoted business

Nel 2050 in Europa 5 milioni di posti in più

Un milione di nuovi posti di lavoro in Italia entro il 2050. A generarli, al netto di quelli persi nel frattempo, sarà il (lungo) processo di decarbonizzazione che dovrebbe vedere protagonista il nostro Paese, insieme a tutta l’Unione, nel corso dei prossimi 30 anni. L’Europa, infatti, ha dato un’accelerata: taglio delle emissioni del 55% entro il 2030 fino ad arrivare a emissioni nette zero di anidride carbonica venti anni dopo. [continua ]

Jobs & Skills

“Se le imprese avessero la dimensione di quelle tedesche, la produttività sarebbe superiore a quella della Germania”

Tra il 1996 e il 2019 l’Italia ha fatto registrare un aumento dello 0,3%, contro lo 0,7 della Germania e lo 0,8 di Francia e Spagna. Eppure, per crescere, sappiamo cosa occorre: investimenti, formazione, ricerca, digitalizzazione. Su uno dei problemi principali dell’economia italiana, che tra l’altro è una delle cause di livelli salariali piuttosto bassi, è tornato il governatore della Banca d’Italia. [continua ]

Jobs & Skills

quoted business

Cottarelli: “Leggere è il nostro investimento per il futuro”

Leggere è un investimento per il futuro. Un capitale che crea ricchezza e migliora la qualità della società. A evidenziarlo è Carlo Cottarelli. Sono i dati negativi sulla lettura nel nostro paese ad averlo convinto a impegnarsi in prima linea ideando una campagna social ‘Attenzione: la lettura crea indipendenza’. Messaggi chiari e brevi video di 30 secondi affidati a attori, intellettuali, imprenditori, giornalisti, personaggi dello spettacolo e dello sport. [continua ]

Jobs & Skills

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com