Usa, persi 20,5 mln di occupati solo ad aprile

Il tasso di disoccupazione sale al 14,7%

Persi 20,5 mln di occupati solo ad aprile

L’economia Usa ha perso 20,5 milioni di posti di lavoro nel solo mese di aprile, la flessione più pesante dalla Grande Depressione e un evidente segnale di quanto la pandemia del Covid-19 stia colpendo la più grande economia del mondo.

Il tasso di disoccupazione è salito al 14,7%, polverizzando il record post-Seconda Guerra Mondiale del 10,8% registrato nel 1982.

Sebbene milioni di statunitensi continuino a presentare richieste di sussidi di disoccupazione, aprile potrebbe tuttavia segnare il punto più basso della perdita di posti di lavoro.

Infatti sempre più aziende stanno accedendo alla loro quota del pacchetto fiscale da quasi 3.000 miliardi di dollari, che prevede l’erogazione di prestiti che potrebbero essere parzialmente condonati se utilizzati per pagare gli stipendi dei dipendenti.

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com