Scende il gelo tra Ue e Turchia. Tensione a Cipro

Bruxelles interrompe i rapporti diplomatici con Ankara, che appare sempre più isolata. L’Ue accusa la Turchia di aver provocatoriamente avviato una nuova operazione per la ricerca di gas al largo di Cipro

Scende il gelo tra Ue e Turchia. Tensione a Cipro

Il Consiglio Affari Esteri dell’Unione Europea ha deciso di interrompere le relazioni diplomatiche con Ankara e tagliare i fondi verso la Turchia. L'Istituzione europea ha anche chiesto alla Banca europea per gli investimenti di rivedere i prestiti concessi al paese, che nel 2018 sono stati pari a 434 milioni di dollari. 

La Turchia, nei giorni scorsi, aveva avviato nuove perforazioni offshore nel Mediterraneo orientale, vicino alle coste di Cipro, alla ricerca di nuovi giacimenti di gas. Una mossa giudicata come una violazione del diritto internazionale e della sovranità di Cipro.

Dopo l’incontro di lunedì 15 luglio, il Consiglio ha così fatto sapere che, "nonostante le ripetute richieste dell’Ue di cessare le proprie attività illegali nel Mediterraneo orientale, la Turchia ha proseguito con le perforazioni e ha lanciato una seconda operazione a nord-est dell'isola, all’interno di acque territoriali cipriote". 

Rischia dunque di riaprirsi una ferita mai guarita. L'isola è stata divisa in due (tra Atene e Ankara) nel 1974, anche se la parte turca non è mai stata riconosciuta a livello internazionale. Al contrario, la Repubblica di Cipro è entrata nell'Ue nel 2004. Poi, nel 2011, il conflitto è di nuovo emerso quando sono stati scoperti i primi giacimenti di gas. Fino all'azione (provocatoria) promossa dalla Turchia nei giorni scorsi.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Gas, alta tensione tra Turchia e Grecia sui confini dell’Egeo

Gas, alta tensione tra Turchia e Grecia sui confini dell’Egeo

Energie & Risorse
quoted business

A giugno, per la prima volta nella storia, i paesi dell’Ue hanno importato più gas naturale liquefatto dagli Usa che dalla Russia

Gazprom: stop al gasdotto Nord Stream per 10 giorni [continua ]

Energie & Risorse

La Cina potrebbe fare con il resto del mondo quello che la Russia sta facendo contro l’Europa

Pechino detiene il 93% delle scorte mondiali di rame, il 74% di quelle di alluminio, il 68% di quelle di mais e il 51% di quelle di frumento. Eppure l’attività estrattiva in Cina è limitata. Come si spiega allora questo dominio? [continua ]

Energie & Risorse
Solo due paesi hanno avuto un Pil positivo nel 2020: Cina e Turchia

Solo due paesi hanno avuto un Pil positivo nel 2020: Cina e Turchia

Economia

Gazprom avverte: -27% di consegne nell’Ue da gennaio e +60% in Cina

Il colosso russo: “Per raggiungere l’obiettivo dell’Ue di riempire gli impianti di stoccaggio al 90%, le compagnie europee dovranno pompare altri 56 mld di metri cubi di gas”. Ecco perché “la ricostituzione delle riserve di gas negli impianti sotterranei in Europa è una sfida molto seria”. Inoltre, “la quantità totale di gas disponibile sul mercato europeo dipende fortemente dalla domanda del crescente mercato asiatico”. [continua ]

Energie & Risorse
Acqua, siamo alla canna del gas. Ma in questo caso la Russia non c’entra

Acqua, siamo alla canna del gas. Ma in questo caso la Russia non c’entra

Energie & Risorse

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com