La Norvegia ha scoperto un nuovo giacimento di petrolio nel Mare del Nord

Il giacimento dovrebbe ospitare fino a 100 milioni di barili. Il settore petrolifero e del gas costituisce circa il 22% del Pil norvegese e il 67% dell’export del paese scandinavo

Petrolio, scoperto un nuovo giacimento nel Mare del Nord

Un nuovo giacimento petrolifero offshore a 3 mila metri di profondità è stato scoperto nel Mare del Nord da Equinor, il gigante dell’energia gestito dal governo norvegese.

La stima parla di 38-100 milioni di barili di petrolio. E sarà estratto a costi ridotti, visto che saranno utilizzate infrastrutture già esistenti. La nuova scoperta è infatti limitrofa ad altri giacimenti.

In termini di ricavi, Equinor (che ha sede a Stavanger) si colloca tra le maggiori compagnie petrolifere e del gas al mondo ed è tra le prime 30 più grandi società indipendentemente dal settore.

Il colosso ha oltre 20 mila dipendenti e con il 67% delle azioni, il governo norvegese - che nel 2018 ha modificato la sua controversa denominazione da Statoil a Equinor attirando le critiche di ‘green-washing’ - è il suo principale azionista.

Il settore petrolifero e del gas costituisce circa il 22% del Pil norvegese e il 67% dell’export del paese scandinavo.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com