Il paese più popoloso dell’Europa dell’Est è senza gas. E non ha un piano B

La Polonia si era liberata dalla sua dipendenza energetica dalla Russia in modo esemplare, o almeno così sembrava. Ma ora si scopre che la strategia di Varsavia è fallita

Il paese più popoloso dell’Europa dell’Est è senza gas. E non ha un piano B

Per quanto riguarda l’approvvigionamento energetico, la Polonia è stata vista per mesi come un modello. All’inizio dell’anno, Varsavia è stata la prima ‘vittima’ della ritorsione russa.

Mosca ha infatti da mesi interrotto completamente il flusso di ‘oro blu’ verso il paese attraverso il gasdotto Yamal-Europa che collega la Polonia alla Germania. Il governo polacco ha provato subito a mettere delle toppe. Riuscendoci, o così almeno sembrava.

Ora lo scenario è completamente mutato. Tra contratti siglati poi annullati, problemi con la Norvegia, ritardi tecnici e impotenza politica, si sta creando un mix pericoloso per Varsavia.

Il prossimo inverno potrebbe rivelarsi molto freddo per i polacchi e, al momento, il paese più popoloso dell’Europa orientale non ha un piano B per approvvigionarsi del gas necessario.

Motivo per il quale la Germania starebbe valutando un piano di salvataggio, in extremis, per lo scomodo vicino.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Bollette, in arrivo un’altra stangata

Bollette, in arrivo un’altra stangata: +17% l’energia elettrica e +27% il gas

Energie & Risorse
Gas, la Germania verso il razionamento. Cingolani: “In Italia per ora no”

La Germania verso il razionamento del gas. Cingolani: “In Italia al momento è escluso”

Energie & Risorse

Trovato l’accordo sull’embargo del petrolio russo. Deroghe per Ungheria, Repubblica Ceca, e Polonia. Ma anche la Germania ringrazia

L'intesa sancita durante il vertice Ue prevede lo stop immediato ai 2/3 delle importazioni. Al di là degli annunci roboanti di Bruxelles, se l’Europa vuole azzerare l’economia russa, l’embargo del petrolio non è la via giusta. Solo con il gas può riuscirci. [continua ]

Ue
Energie & Risorse

La Bundesbank ha fatto i conti: l’embargo sul gas russo costerebbe 180 miliardi alla Germania e il 5% del Pil

Olaf Scholz: “Non vedo come embargo a gas possa fermare guerra”. Il cancelliere tedesco usa lo spettro della guerra nucleare per intimorire l’Ue rispetto alla messa al bando del gas russo. [continua ]

Energie & Risorse
quoted business

Draghi: “Accordo con l’Algeria su energia e gas”. La risposta del governo italiano alla dipendenza da Mosca (passando da una dittatura a un’altra)

Draghi, Di Maio, Cingolani e Descalzi in missione ad Algeri centrano l’obiettivo di sostituire un terzo del gas russo: assicurati 9 mld di metri cubi aggiuntivi attraverso il gasdotto TransMed. Il problema però non è diversificare a prescindere. L’accordo con il paese nordafricano aggira l’ostacolo, non lo risolve: gli oligarchi algerini sono forse tanto meglio di quelli russi? [continua ]

Energie & Risorse
Il 70% dell’energia da fonti fossili. Paesi Bassi e Polonia tra i peggiori

Il 70% dell’energia disponibile nell’Ue proviene da fonti fossili. Paesi Bassi e Polonia tra i peggiori

Ue
Energie & Risorse

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com