Italia, pressione fiscale al 38%. Top dal 2015

Italia, pressione fiscale al 38%. Top dal 2015

La pressione fiscale media nei primi tre mesi del 2019 è risultata del 38,0%, in aumento di 0,3 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. È il dato più alto dal 2015.

Lo rileva l'Istat, precisando che anche in questo caso vale solo il confronto annuo (ovvero tra medesimi trimestri). Nel primo la pressione fiscale mostra un livello più basso rispetto al resto dell'anno.

Nonostante l’aumento della pressione tributaria, tra gennaio e marzo di quest’anno, il potere d'acquisto delle famiglie è cresciuto rispetto al trimestre precedente dello 0,9%. Un aumento che arriva dopo due diminuzioni consecutive.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com