La Spagna introduce la Tobin Tax

Il governo spagnolo, oltre alla webtax, ha varato la tassa sulle transazioni finanziarie: aliquota dello 0,2%

Madrid introduce la Tobin Tax

Due piccioni con una fava. Si potrebbe riassumere così la svolta fiscale della Spagna. In un colpo solo ha approvato due nuove tasse: webtax e Tobintax. Ovvero, la tassazione dei colossi digitali e delle transazioni finanziarie. Madrid conta di rastrellare in questo modo 1.818 milioni di euro l’anno.

La Tobintax prevede un’aliquota dello 0,2% sulla vendita di azioni di società spagnole con un valore di borsa di oltre 1.000 milioni e saranno gli intermediari finanziari che eseguiranno l’ordine di acquisto a pagarla. Gli incassi ipotizzati dall’esecutivo iberico sono pari a 850 mln l’anno.

Anche in Italia è in vigore la Tobin Tax con un’aliquota dello 0,2%, ma le legge prevede la possibile riduzione del 50% se la transazione finanziaria è avvenuta all’interno di mercati regolamentati o sistemi multilaterali di negoziazione.

Fonte

Indicatori

L'andamento del rapporto debito/Pil in Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Spagna

Osservando l’andamento del rapporto debito/pil nei cinque paesi selezionati emergono tre aspetti nodali 1) la tendenza a convergere da parte di Francia, Regno Unito e Spagna negli ultimi anni 2) la dimensione del debito italiano 3) la netta inversione di marcia della Germania dopo il 2012

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com