Le banche sono di nuovo sotto stress. La Bce invia una lettera sui crediti deteriorati

Le banche sono di nuovo sotto stress. Ma stavolta non è colpa di nuovi test. Bensì di una lettera inviata dalla Banca Centrale Europea. Secondo il Sole24Ore, nel mirino della Bce non c’è soltanto il Monte dei Paschi di Siena, che ha ricevuto la missiva da Francoforte il 5 dicembre scorso ma la notizia è stata rivelata dalla banca soltanto il 14 gennaio, giorno in cui ha bruciato sui mercati in un giorno circa 10 punti.

Tutti gli istituti di credito italiani sono stati invitati a una graduale ma integrale riduzione delle sofferenze entro il 2026. Se le banche, che hanno tutte sofferto in Borsa, dovessero azzerare i crediti deteriorati entro il 2026 il conto sarebbe salato: secondo Mediobanca circa 15 miliardi di euro.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com