Crédit Suisse: spionaggio, dimissioni e un suicidio

Per Crédit Suisse Iqbal Khan si occupava di gestione dei patrimoni. Dopo il suo passaggio a un’altra banca elvetica (Ubs) è cominciato il pedinamento. Saltano due teste e ora giunge la notizia della morte di uno degli investigatori privati incaricati del caso

Crédit Suisse: spionaggio, dimissioni e un suicidio

Uno scenario sempre più nero avvolge il settore bancario elvetico. L'investigatore privato che – su richiesta di Crédit Suisse - aveva pedinato un ex top manager dell’importante banca svizzera, passato a Ubs, si è suicidato.

Iqbal Khan si occupava della gestione dei grandi patrimoni. Un caso che ha portato a far saltare altre posizioni importanti: il chief operating officer di Crédit Suisse, Pierre Olivier Bouée, si è dimesso dopo aver ammesso di aver agito di sua iniziativa per spiare l’ex collega. Dimissioni immediate anche per il responsabile della sicurezza, Remo Boccali.

Bouée ha ordinato a Boccali il 29 agosto di sorvegliare Khan (che aveva appena annunciato il passaggio alla concorrente Ubs), gettando la banca nella peggiore crisi di immagine da anni a questa parte.

Dopo essersi assunto le proprie responsabilità, Bouée ha rassegnato le dimissioni dal consiglio d’amministrazione.

Fonte

Articoli correlati

Roma chiede conto a Berna: "Fuori i nomi dei correntisti italiani in Ubs"

RSI

Roma chiede il conto a Berna: "Fuori i nomi dei correntisti italiani in Ubs"

Moneta & Mercati
Addio al “segreto bancario”

Svizzera, addio al “segreto bancario”

Moneta & Mercati
Berna attiva la misura di protezione anti-Ue

Bbc

Berna attiva la misura di protezione anti-Ue

Moneta & Mercati
È già il tasso di interesse più basso al mondo. Ma potrebbe scendere ancora

È già il tasso di interesse più basso al mondo. Ma potrebbe scendere ancora

Moneta & Mercati

Credit Suisse, utile primo trimestre a 655 mln di euro

Credit Suisse mette a segno un utile sopra le attese nel primo trimestre a 749 milioni di franchi (circa 655 milioni di euro) a fronte di stime pari a 717,2 milioni. Lo scatto in avanti è stato determinato dal ritorno al profitto della divisione trading, dopo essere stata in perdita per sei mesi. Nel periodo gennaio-marzo i ricavi sono inoltre ammontati a 5,39 miliardi di franchi, mentre gli accantonamenti per perdite sui crediti sono stati pari a 81 milioni. [continua ]

Moneta & Mercati

Credit Suisse, arrestati tre ex dirigenti per lo scandalo in Mozambico

Dopo lo scandalo che ha travolto Goldman Sachs in Malesia, un'altra importante banca finisce nel mirino. Tre ex dirigenti del Credit Suisse sono finiti in carcere, giovedì 3 gennaio a Londra, per uno scandalo che ha coinvolto alcune imprese pubbliche in Mozambico. Il trio è stato poi rilasciato su cauzione, ma gli Usa stanno cercando di estradarli. Agli arresti anche un uomo d'affari libanese, fermato a New York, e l'ex-ministro delle Finanze mozambicano, Manuel Chang. [continua ]

Moneta & Mercati

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com