Swiftonomics. Il caso della cantante statunitense ora viene studiato dalle banche centrali

La presenza di Taylor Swift condiziona i prezzi, facendoli salire fino allo 0,7%

Swiftonomics. Il caso della cantante statunitense ora viene studiato dalle
Taylor Swift

Il contagio della Swiftonomics è oramai globale. Tanto che pure le banche centrali stanno cercando di valutare l’impatto di Taylor Swift sull’inflazione. E quindi sulla politica monetaria.

L’ultimo The Eras Tour della cantautrice ha l’effetto di un uragano sull’economia dei Paesi dove viene ospitato. È capace di incidere fino allo 0,7% sui prezzi.

D’altronde, secondo Bloomberg Economics, The Eras Tour ha contribuito con 4,3 miliardi di dollari al Pil degli Stati Uniti solo nel 2023.

Taylor Swift è oggi comparabile a tre eventi sportivi di massa: i Giochi Olimpici, il Super Bowl e la Coppa del Mondo di calcio.

Secondo le stime di Ing, è possibile che The Eras Tour per Parigi valga di più, in spesa pro capite, delle Olimpiadi.  

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

La mossa di Powell che spiazza la Bce: “Se l’inflazione non scende, niente tagli del tasso di interesse”

I dati recenti mostrano una mancanza di ulteriori progressi sul fronte dell’inflazione negli Usa, secondo il presidente della Fed Jerome Powell. A questo punto la domanda è: il disallineamento tra la politica monetaria della prima economia al mondo e quella dell’Eurozona quali effetti macroeconomici produrrà? [continua ]

Moneta & Mercati
quoted business

Le banche centrali si preparano a spostare l’obiettivo sull’inflazione dal 2 al 3 per cento?

Difficilmente la Banca centrale statunitense aumenterà ulteriormente i tassi di interesse, ma Powell ammette: “L’inflazione è ancora troppo alta”. [continua ]

Moneta & Mercati

Ormai (quasi) tutti riconoscono che l’inflazione è guidata dai profitti. Ma si continua a sbagliare la terapia

Non è forse giunto il momento di riconoscere che il ricorso a tassi di interesse più elevati non è altro che una strategia per scaricare i costi dell’inflazione sul lavoro (riducendo i salari), sui programmi sociali (attraverso l’austerità) e sulle generazioni future (scoraggiando gli investimenti)? A volte fare un passo indietro è il modo migliore per andare avanti. [continua ]

Moneta & Mercati
Quello che sappiamo sull’inflazione non è vero

Quello che sappiamo sull’inflazione non è vero

Moneta & Mercati
Pil globale. Il G7 vale il 43% e il gruppo BRICS il 29%

Pil globale. Il G7 vale il 43% e il gruppo BRICS il 29%

Economia
La lotta alla malaria vale oltre 140 miliardi di dollari di Pil
quoted business

La lotta alla malaria vale oltre 140 miliardi di dollari di Pil

Life

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com