Per la prima volta dal 2008, la Fed taglia i tassi di interesse di un quarto di punto

Per il presidente, Jerome Powell, "il taglio dei tassi di interesse è un'assicurazione contro i rischi al ribasso e aiuterà la crescita"

Per la prima volta dal 2008, la Fed taglia i tassi di interesse

La Fed taglia i tassi di interesse di un quarto di punto. Il costo del denaro scende in un range fra il 2 e il 2,5%. Si tratta del primo taglio del costo del denaro dalla crisi del 2008.

"Il mercato del lavoro è solido e l'attività economica continua a crescere in modo moderato. L'inflazione resta sotto l'obiettivo del 2%. Alla luce delle implicazioni degli sviluppi globali sull'outlook economico e dell'inflazione debole, la Fed ha deciso di ridurre i tassi", si legge nel comunicato diffuso dalla Banca centrale Usa.

Per il presidente, Jerome Powell, "l'outlook per l'economia statunitense rimane favorevole: il taglio dei tassi di interesse è un'assicurazione contro i rischi al ribasso e aiuterà la crescita. Non segnala necessariamente l'inizio di un ciclo lungo di allentamento monetario".

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com