Fed: tassi fermi all’1,50-1,75%. E la prossima stretta si allontana

Nel 2019 la Fed ha tagliato i tassi tre volte, con riduzioni ogni volta da un quarto di punto, mentre potrebbero restare fermi per tutto il 2020

Fed: tassi fermi all’1,50-1,75%. E la prossima stretta si allontana

Tassi invariati. La Federal reserve – che nel corso del 2019 ha tagliato i tassi tre volte, con riduzioni ogni volta da un quarto di punto - ha confermato all’1,50-1,75% il costo ufficiale del denaro, con una decisione presa all’unanimità.

Invariata anche l’analisi sull’andamento dell’economia: il mercato del lavoro resta forte e l’attività economica in crescita a un ritmo moderato. Restano deboli gli investimenti privati fissi e le esportazioni.

Nel valutare le prossime mosse, il Fomc - il comitato di politica monetaria - terrà conto dell’andamento dello scenario economico con una particolare attenzione agli “sviluppi globali” e alle “indebolite pressioni sull’inflazione”.

A conferma del recedere delle incertezze, ma anche di previsioni sull’occupazione più brillanti rispetto alle proiezioni di settembre, i tassi potrebbero restare fermi per tutto il 2020, anche se alcuni cominciano a scommettere anche su un lieve rialzo.

Ciò significa che la Fed punterà su una politica moderatamente espansiva per i prossimi tre anni.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com