La Fed taglia i tassi dello 0,5%

La decisione della Banca Centrale statunitense in relazione all’emergenza coronavirus

La Fed taglia i tassi dello 0,5%

La Federal Reserve ha annunciato il taglio dei tassi di interesse di mezzo punto in seguito all’esplosione dell’emergenza coronavirus. Il costo del denaro scende così all’1-1,25%. È la prima volta dalla crisi finanziaria del 2008 che la Fed decide un taglio dei tassi al di fuori delle riunioni programmate.

“I fondamentali dell’economia restano solidi. In ogni caso il coronavirus pone dei rischi all’attività economica - spiega la Banca centrale -. Alla luce di questi rischi e in sostegno degli obiettivi della massima occupazione e della stabilità dei prezzi, la Fed ha deciso di ridurre i tassi di interesse di mezzo punto.”

Una decisione che ha spinto le Borse. Ma l’euforia è finita presto e poco dopo gli indici tornati di nuovo in diminuzione.

Gli analisti erano ormai sicuri che sarebbe arrivato un supporto della Banca centrale statunitense, visto il contraccolpo economico della malattia che nelle ultime sedute si è abbattuto pesantemente sui mercati finanziari.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com