Tesla entra nel club dello S&P500

Dal 21 dicembre l’azione delle auto elettriche sarà ammessa nell’indice di Wall Street. Il titolo vola in doppia cifra

Tesla entra nel club dello S&P500

Il geniale imprenditore Elon Musk guida la sua Tesla dentro l’indice S&P500 di Wall Street. L’ammissione avverrà il 21 di dicembre e sarà anche l’ingresso più pesante mai registrato dall’indice. Al momento Tesla è valutata dagli investitori quasi 390 miliardi di dollari.

Oltre all’onore di prender posto nel ristretto club dello S&P500 (indice della borsa statunitense realizzato da Standard & Poor’s nel 1957 che segue l’andamento di un paniere azionario formato dalle 500 aziende Usa a maggiore capitalizzazione), per Tesla il passo è decisivo perché aumenta la base dei possibili investitori.

D’altra parte, già la scorsa estate l’inclusione nello S&P500 sembrava cosa fatta dopo che, a fine luglio, Tesla aveva annunciato la chiusura di un trimestre ancora positivo (il quarto), fugando i dubbi sulla crescita industriale della sua creatura, che già dal punto di vista della finanza aveva ricevuto apprezzamenti con la cavalcata del titolo: 400% il guadagno messo insieme quest’anno.

quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com