Premier indiano Modi: “Ora siamo la quarta superpotenza spaziale”

L'India ha abbattuto un satellite attivo nell'orbita terrestre bassa nell'ambito di un test di una nuova tecnologia missilistica

Modi: “Ora siamo la quarta superpotenza spaziale”
Il premier indiano Narendra Modi

L'India ha abbattuto un satellite attivo nell'orbita terrestre bassa nell'ambito di un test di una nuova tecnologia missilistica: lo ha annunciato il premier Narendra Modi.

"Da oggi siamo la quarta superpotenza al mondo dotata di un sistema di difesa spaziale, dopo Stati Uniti, Russia e Cina: un traguardo che si deve alle capacità della comunità scientifica indiana, alla quale vanno le nostre più sentite congratulazioni - ha detto il premier -. Questo nuovo passo, impensabile fino a pochi anni fa, ci rende più sicuri, fiduciosi del futuro, e ci mette al livello dei grandi della terra".

In realtà, cresce il rischio di un’ulteriore escalation della tensione con il Pakistan, dopo che un attacco ha ucciso a febbraio 40 poliziotti indiani nel Kashmir controllato da Nuova Delhi. "Lo spazio è patrimonio comune dell'umanità e ogni paese ha la responsabilità di evitare azioni che possano portare alla militarizzazione di questa arena", ha detto il ministro degli Esteri di Islamabad.

Intanto l'India continua a portare avanti un ambizioso programma spaziale, dopo aver lanciato sonde sulla Luna e su Marte, oltre ad aver svelato i piani per una missione spaziale con astronauti a bordo entro il 2022.

A pochi giorni dalle elezioni politiche in India, il premier Modi pensa così di aver aggiunto una freccia al sua arco. Ma, sebbene il Subcontinente dal 1980 non abbia mai avuto un tasso di crescita annuale negativo e dal 2002 il Pil non sia mai sceso sotto il 3,9%, buona parte della popolazione non ha beneficiato dell’esplosione dell’economia indiana.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com