Nuovi problemi per il Boeing 737 Max

Rischi potenziali dal software. Il velivolo sarà costretto a rimanere fermo più a lungo

Nuovi problemi per il Boeing 737 Max

Ancora guai per Boeing e il suo 737 Max, il velivolo coinvolto negli incidenti in Etiopia e Indonesia. Nel sistema informatico del Boeing 737 Max è stato scoperto un nuovo difetto che potrebbe spingere l'aereo in picchiata. La notizia è stata confermata dalla FAA, la Federal Aviation Administration, che ha parlato di "rischio potenziale" per il velivolo precisando che "toglieremo il divieto di volo per quegli aerei quando riterremo che sia sicuro farlo".

Uno stop che potrebbe costringere il velivolo a restare a terra più a lungo. United Airlines ha annunciato di avere esteso al 3 settembre lo stop all'utilizzo del 737 Max. Simile provvedimento era stato già adottato da American Airlines e Southwest Airlines.

Fonte

Articoli correlati

Tesla non si ferma più: il titolo vola

Tesla non si ferma più: il titolo vola

Mobilità
Tesla va oltre i 100 mld di capitalizzazione. Superata VW

Bbc

Tesla va oltre i 100 mld di capitalizzazione. Superata VW

Mobilità
Più di 140 mila prenotazioni in un we per il pickup Tesla

Più di 140 mila prenotazioni in un we per il pickup Tesla

Mobilità
Le grandi città perdono appeal. Ogni giorno 277 persone lasciano NY

Le grandi città Usa perdono appeal. Ogni giorno 277 persone lasciano New York

Mobilità

Florida, Boeing 737 fuori pista finisce in un fiume

Non c’è pace per il colosso americano dei cieli. Un Boeing 737 finisce fuori pista a Jacksonville, in Florida. I passeggeri e l'equipaggio sono tutti vivi nonostante l'aereo abbia concluso la propria corsa nel fiume limitrofo, il St. Johns River. L'aereo proveniva da Guantanamo (Cuba), dove si trovano le prigioni nelle quali sono stati detenuti i terroristi di Al Qaeda (l’ex presidente Obama aveva promesso all’inizio del suo mandato di chiudere il centro di detenzione senza poi riuscire nel suo intento). [continua ]

Mobilità

Cbs

Ford, gli Usa aprono un'inchiesta federale sulle emissioni

Il Dipartimento di giustizia statunitense ha aperto un'inchiesta sulla Ford. Al vaglio degli investigatori il processo di certificazione delle emissioni. Ad ammetterlo è la stessa casa automobilistica di Detroit. Lo scorso settembre erano stati rilevati da un gruppo di dipendenti possibili anomalie con il sistema usato per calcolare le emissioni inquinanti e il consumo delle automobili. Per questo Ford aveva ingaggiato un'azienda esterna per condurre dei test specifici. [continua ]

Mobilità

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com