L’Ue stoppa Trump: “Il G7 non cambia formato”. Ma il problema c’è: a partire da Cina e India

Bruxelles: “Non ci sono le condizioni per il ritorno della Russia”

L’Ue stoppa Trump: “Il G7 non cambia formato”. Ma il problema c’è

“La partecipazione della Russia, al momento ancora sospesa, potrà essere ripresa solo quando ci saranno le condizioni e questo non è ancora il caso. E cambiare il formato del G7 (quello attuale prevede la presenza di Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito, Stati Uniti, ndr) non è prerogativa della presidenza”. Lo ha detto l’Alto rappresentante dell’Ue, Josep Borrell, rispondendo a una domanda in merito all’intenzione di Donald Trump.

L’obiettivo del presidente Usa è accerchiare la Cina (da qui il recente invito a Australia, Corea del Sud, India, Russia ad entrare nel gruppo dei ‘grandi’).

Ma il problema sollevato da Trump in realtà c’è. E non riguarda solo la posizione di Mosca. L’attuale formato del G7 non riflette i reali poteri economici nel mondo. I casi clamorosi sono due: India e Cina, che vantano rispettivamente il 2° e il 5° Pil a livello globale, ma non trovano posto tra i ‘7’, mentre l’Italia è 8°.

I primi sette paesi al mondo per Pil (fonte Fmi)

1. Stati Uniti

2. Cina

3. Giappone

4. Germania

5. India

6. Regno Unito

7. Francia

quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Gli Stati Uniti hanno già speso 8,2 miliardi di dollari per rifornire di armi l’Ucraina

La guerra che nessuno sembra voler far finire. Il repubblicano e veterano Mike Waltz di ritorno dall’Ucraina: “Zelensky sente come se stesse perdendo lentamente, come se l’amministrazione Biden lo stesse di fatto aiutando a giocare per il pareggio”. [continua ]

Global
“La classe dominante occidentale ci sta portando verso la Guerra Mondiale”

“La classe dominante occidentale ci sta portando verso la Terza Guerra Mondiale”

Global

Usa ed Ue spingono per far restare Draghi in sella

La Casa Bianca interviene sulla crisi italiana: “Biden ha un grande rispetto per Draghi”. Il vicepresidente della commissione Ue, Frans Timmermans: “Il premier italiano è un partner autorevole nel contesto europeo e internazionale. Il suo contributo in questo difficile momento storico è importante per l’Italia e l’Ue”. La presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola: “Abbiamo bisogno di stabilità politica in Europa”. [continua ]

Global
La strategia a geometria variabile di Pechino verso Mosca
quoted business

La strategia a geometria variabile di Pechino con la Russia

Global
quoted business

Cina: “Gli Usa smettano di creare conflitti e farsi nemici. La Nato è una sfida sistemica alla pace e alla stabilità mondiali”. Usa: “Possibile che Mosca usi armi nucleari”. Russia: “Risponderemo se la Nato schiera truppe in Svezia e Finlandia”

Usa-Russia-Cina: il quadro si complica? [continua ]

Global
Dalla Turchia via libera all’ingresso di Finlandia e Svezia nella Nato

Dalla Turchia via libera all’ingresso di Finlandia e Svezia. La Nato si allarga

Global

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com