Entrato in vigore il più grande accordo commerciale del mondo

Con il Rcep (Regional Comprehensive Economic Partnership) l’Asia-Pacifico è il nuovo centro di gravità per il commercio globale

Entrato in vigore il più grande accordo commerciale del mondo

Le barriere commerciali tra la maggior parte dei paesi dell’Asia-Pacifico sono state abbattute in modo significativo dal primo gennaio quando il più grande blocco di libero scambio del mondo ha aperto alle imprese. Il Regional Comprehensive Economic Partnership (Rcep) è un accordo commerciale tra i 10 membri dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico (ASEAN) e Cina, Giappone, Corea del Sud, Australia e Nuova Zelanda.

L’intesa copre circa il 30% del prodotto interno lordo globale per un valore di 23,17 trilioni di euro e quasi un terzo della popolazione mondiale, circa 2,2 miliardi di persone. In confronto, l’accordo commerciale Stati Uniti-Messico-Canada (Usmca) copre il 28% del commercio mondiale, mentre il mercato unico dell’Ue si ferma a circa il 18%.

Secondo quanto previsto dal Rcep, circa il 90% delle tariffe commerciali all’interno del blocco sarà eliminato. Il commercio interregionale, che già valeva 2,3 trilioni di dollari nel 2019, riceverà un forte impulso. Vengono inoltre fissate regole comuni in materia di commercio, proprietà intellettuale, e-commerce e concorrenza in una mossa che le Nazioni Unite hanno detto che aumenterebbe la posizione della regione Asia-Pacifico come il ‘centro di gravità’ del commercio globale.

Ma non tutti i paesi aderenti riceveranno gli stessi benefici. Tra i 15 membri firmatari, la Cina – di gran lunga la più grande economia della regione – ne trarrà i maggiori benefici, insieme a Giappone e Corea del Sud. Pechino potrà contare su un accesso senza dazi ai principali mercati di esportazione come il Giappone e la Corea del Sud, assicurando allo stesso tempo l’accesso ai mercati di approvvigionamento delle importazioni per la sua enorme catena di approvvigionamento manifatturiero. La Cina attualmente non ha un accordo bilaterale con il Giappone e solo una limitata intesa con la Corea del Sud, rispettivamente il terzo e il quinto partner commerciale.

L’India ha invece deciso di non aderire al blocco commerciale per la preoccupazione che sarebbe stata inondata di importazioni a basso costo dalla Cina.

In ogni caso - secondo il think-tank Oxford Economics - ci vorranno 20 anni per eliminare completamente le tariffe e le restrizioni stabilite nel Rcep.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Gli Stati Uniti hanno già speso 8,2 miliardi di dollari per rifornire di armi l’Ucraina

La guerra che nessuno sembra voler far finire. Il repubblicano e veterano Mike Waltz di ritorno dall’Ucraina: “Zelensky sente come se stesse perdendo lentamente, come se l’amministrazione Biden lo stesse di fatto aiutando a giocare per il pareggio”. [continua ]

Global
“La classe dominante occidentale ci sta portando verso la Guerra Mondiale”

“La classe dominante occidentale ci sta portando verso la Terza Guerra Mondiale”

Global

Usa ed Ue spingono per far restare Draghi in sella

La Casa Bianca interviene sulla crisi italiana: “Biden ha un grande rispetto per Draghi”. Il vicepresidente della commissione Ue, Frans Timmermans: “Il premier italiano è un partner autorevole nel contesto europeo e internazionale. Il suo contributo in questo difficile momento storico è importante per l’Italia e l’Ue”. La presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola: “Abbiamo bisogno di stabilità politica in Europa”. [continua ]

Global
La strategia a geometria variabile di Pechino verso Mosca
quoted business

La strategia a geometria variabile di Pechino con la Russia

Global
quoted business

Cina: “Gli Usa smettano di creare conflitti e farsi nemici. La Nato è una sfida sistemica alla pace e alla stabilità mondiali”. Usa: “Possibile che Mosca usi armi nucleari”. Russia: “Risponderemo se la Nato schiera truppe in Svezia e Finlandia”

Usa-Russia-Cina: il quadro si complica? [continua ]

Global
Dalla Turchia via libera all’ingresso di Finlandia e Svezia nella Nato

Dalla Turchia via libera all’ingresso di Finlandia e Svezia. La Nato si allarga

Global

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com