Cessate il fuoco e nuove elezioni a marzo. La Libia è a una svolta?

L’obiettivo di al-Serraj di riprendere il controllo su tutta la Libia è tuttavia un progetto che prevedibilmente le autorità dell’Est non potranno accettare

Cessate il fuoco e nuove elezioni a marzo. Il paese è a una svolta?

Il governo di Fayez al-Serraj a Tripoli e Agila Saleh, presidente del Parlamento di Tobruk, nell’Est della Libia, con dichiarazioni parallele hanno annunciato il cessate il fuoco in tutta la Libia e nuove elezioni politiche nel marzo del 2021.

La notizia arriva dopo alcune settimane di negoziati che sono stati favoriti dalle Nazioni Unite e spinti dagli Stati Uniti. Probabilmente, dopo i suoi insuccessi militari, Khalifa Haftar è stato convinto ad accettare un accordo politico, il cui annuncio pubblico è stato affidato ad Agila Saleh.

Il capo del governo di Tripoli, Fayez al-Serraj, ha precisato che secondo la sua parte il cessate-il-fuoco entrerà in vigore “su tutto il territorio della Libia”, e ha aggiunto che la tregua comprenderà anche la “smilitarizzazione di Sirte e Jufra”, due località strategiche occupate negli ultimi mesi dalle forze del generale Haftar e dalle forze militari russe.

Nella sua dichiarazione, al-Serraj ha anche aggiunto che “l’obiettivo finale è ripristinare la piena sovranità sul suolo libico ed espellere le forze straniere (in particolare Egitto e Russia, ndr)”.

Ma anche se il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi ha commentato con favore l’intesa appena raggiunta, l’obiettivo di Serraj di riprendere il controllo su tutta la Libia è un progetto che le autorità dell’Est del paese nordafricano difficilmente accetteranno.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Secondo quoted business

Aumentano i fondi italiani alla Guardia costiera libica

Il Parlamento ha dato l’ok alla delibera che autorizza e proroga le missioni militari italiane all’estero. Crescono di mezzo milione di euro i finanziamenti destinati al blocco dei flussi migratori: passati da 10 mln nel 2020 a 10,5 nel 2021. In totale 32,6 mln destinati alla Guardia Costiera libica dal 2017 e salgono a 271 i mln spesi dall’Italia per le missioni nel paese nord africano. Dall’inizio dell’anno oltre 720 vittime lungo la rotta del Mediterraneo centrale, almeno 7.135 dalla firma dell’accordo tra Italia e Libia. [continua ]

Global
Il caos senza fine del post Gheddafi nel paese africano ricco di petrolio
quoted business

Il caos senza fine del post Gheddafi nel paese africano più ricco di petrolio

Energie & Risorse

Quanti soldi diamo alla Libia per fermare i migranti?

“Le immagini dei bambini morti sulle spiagge della Libia sono inaccettabili”. Si è espresso così Mario Draghi al termine del Consiglio europeo, che mostra tutte le resistenze continentali verso una riforma organica del dossier immigrazione. Entro giugno si arriverà al massimo a un patto intergovernativo che garantisca la suddivisione dei migranti tra alcuni dei Paesi membri. Intanto, dal 2017, l’Italia ha speso in Libia 784,3 mln di euro. Ma la destinazione finale di questi fondi non è nota. [continua ]

Global
quoted business

Draghi in Libia. Obiettivo: una nuova leadership dell’Italia nel paese nordafricano

È la prima all’estero per il presidente del Consiglio.cPer l’Italia tornano così ad aprirsi spiragli economici, diplomatici e sui migranti. Sono questi i tre dossier al centro della missione di Draghi [continua ]

Global
Frase del giorno - Parole

Secondo gli strateghi delle nostre tv potremmo sostituire il gas russo ovunque, ma nessuno osa ricordare che con la Libia abbiamo un gasdotto e i pozzi di petrolio dell’Eni.

Energie & Risorse
Il paese celebra i 10 anni dall’inizio della rivoluzione contro Gheddafi

La Libia celebra i 10 anni dall’inizio della rivoluzione contro Gheddafi

Global

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com