La crescita dell'economia italiana rallenta: per il Pil primo dato negativo da 14 trimestri

Pil, primo dato negativo da 14 trimestri

Nel terzo trimestre del 2018 il Pil corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato è diminuito dello 0,1% rispetto al trimestre precedente e aumentato dello 0,7% rispetto allo stesso trimestre del 2017. Lo rileva l'Istat, spiegando che è il primo dato negativo dopo 14 trimestri di crescita.

Anche l’economia europea è prevista in flessione, ma parte da livelli di crescita economica doppia rispetto alla media sia dell’Eurozona (2,1% nel 2018) sia dell'Ue (2,2%). L’Italia, invece, dovrebbe fermarsi per l’anno in corso all’1,1%.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com