Investire in cultura fa bene (anche) all’economia: i musei statali valgono l’1,6% del Pil

Investire in cultura fa bene anche all’economia

I 358 musei statali italiani nel 2018 hanno prodotto 27 miliardi di euro pari all'1.6% del Pil, con 117 mila posti di lavoro, generando 278 milioni di ricavi e portando a 53 milioni il numero di visitatori.

Sono fra i dati della ricerca di Boston Consulting Group, presentata dal ministro della Cultura.

“Investire in cultura e nel nostro patrimonio museale fa bene alle menti, alle anime, ma fa anche molto bene all’economia del Paese”, sottolinea Dario Franceschini.

Fra le note meno positive, i contributi dei privati, ancora molto bassi, circa 3 milioni di euro l’anno scorso.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com