Mattarella: “Combattere la disoccupazione”

Il presidente della Repubblica: “Il nemico da sconfiggere insieme: il lavoro che manca, quel lavoro indicato come fondamento della nostra Repubblica”

Mattarella: “Combattere la disoccupazione”
Sergio Mattarella

“Sappiamo che la politica comporta anche scontri, ma serve la comune accettazione di essenziali ragioni di libertà, di rispetto e di dialogo”. Lo ha detto il presidente della Repubblica incontrando le alte cariche dello Stato al Quirinale. “Una società attraversata da lacerazioni profonde corre un grave pericolo”, ha sottolineato Sergio Mattarella.

Poi il presidente è andato dritto a uno dei problemi strutturali dell’Italia: “La prolungata fase di debolezza dell’economia ha inciso pesantemente sull’apparato produttivo del nostro Paese, con conseguenze occupazionali e gravi fenomeni di disgregazione sociale. Ecco la missione per cui combattere e il nemico da sconfiggere insieme: il lavoro che manca, quel lavoro indicato come fondamento della nostra Repubblica”.

“Il bene comune è bene di tutti, nessuno escluso – ha aggiunto Mattarella -. E chi amministra la cosa pubblica, chi è chiamato al compito di governare esprime certo gli orientamenti della maggioranza, ma con il dovere di rispettare e garantire la libertà e i diritti delle minoranze. Questa è l’essenza della democrazia, che richiede rispetto reciproco”.

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com