Italia, doccia fredda sull’economia

Pil quarto trimestre -0,3%. Si tratta del calo congiunturale più forte dal 2013. Per l’intero 2019 crescita a +0,2%

Doccia fredda sull’economia

Il Prodotto interno lordo nel quarto trimestre del 2019 scende dello 0,3% - il più forte dal 2013 - rispetto al terzo trimestre, mentre rimane invariato su base annua. Lo rileva l’Istat diffondendo la stima preliminare del Pil.

Nel quarto trimestre del 2019 il valore aggiunto in termini congiunturali - si legge nel bollettino - “segna un calo marcato nell'industria e in agricoltura, a fronte di un sostanziale ristagno per l'insieme del terziario”.

Il trimestre precedente aveva invece registrato un aumento dello 0,1% congiunturale e dello 0,5% tendenziale.

Nel complesso, lo scorso anno il Pil italiano ha registrato un aumento dello 0,2% in netta frenata rispetto al +0,8% registrato nel 2018.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com