4,3 mld ai Comuni e altri 400 mln per il ‘soccorso alimentare’

Il piano del governo per scongiurare rivolte popolari. Conte: “L’Europa dimostri di essere all’altezza della storia”

4,3 mld ai Comuni e altri 400 mln per il ‘soccorso alimentare’

“Lo Stato c’è. Ho firmato il Dpcm. Giriamo 4,3 miliardi ai Comuni e aggiungiamo 400 milioni con ordinanza della Protezione civile con il vincolo di utilizzare queste somme per le persone che non hanno i soldi per fare la spesa. Da qui nasceranno buoni spesa ed erogazioni di generi alimentari". Si è espresso così il presidente del Consiglio.

“Nessuno sarà lasciato solo - ha assicurato il premier -. Siamo al lavoro per azzerare la burocrazia, stiamo facendo l'impossibile.”

Poi Conte ha affondato il coltello nella piaga. “L’Europa dimostri di essere all’altezza della storia - ha spiegato, dopo le parole della presidente della Commissione Von der Leyen che poco prima ha detto che “non si lavora sui coronabond”.

Invece, ha aggiunto il premier, “c’è uno choc simmetrico sull’economia, serve un Piano Marshall per la ricostruzione”.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com