600 euro, ma non per tutti gli autonomi. Inps: “Chi prima arriva prende i soldi”

L’Istituto di previdenza: “Conterà l’ordine cronologico delle domande. Inevitabile stabilire un ordine, i fondi stanziati dal decreto sono limitati”

600 euro, ma non per tutti. Inps: “Chi prima arriva prende i soldi”

Il primo aprile 5 milioni di autonomi potranno entrare nel sito Inps e richiedere l’indennità da 600 euro prevista dal decreto ‘Cura Italia’ ai lavoratori rimasti senza reddito dopo lo scoppio dell’epidemia da Covid-19.

Il governo aveva assicurato che i 3 miliardi stanziati sarebbero bastati a coprire tutti. Ma il sito Inps riporta: “L’Inps riconosce l’indennità in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande”.

In questo modo l’Istituto ha contraddetto se stesso. Prima aveva garantito che non si sarebbe trattato di un “click day”. Salvo, poi, fare retromarcia. Probabilmente il governo sarà costretto a correre ai ripari e ad aumentare i fondi disponibili.

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com