Ogni settimana di lockdown costa all’Italia 9 mld di Pil

Il bollettino di Bankitalia stima i soli costi diretti

Ogni settimana di lockdown costa 9 mld di Pil
Palazzo Koch, sede centrale della Banca d'Italia

Ogni settimana di lockdown costa all'Italia lo 0,5% del Prodotto interno lordo annuo, circa 9 miliardi di euro ai valori attuali. E' quanto sostiene Bankitalia nel suo consueto bollettino economico, che giocoforza dedica molte riflessioni al coronavirus e al suo impatto.

“Le attività commerciali e industriali non ritenute essenziali – si legge nel bollettino - e come tali temporaneamente sospese dal Dpcm del 22 marzo, contribuiscono a circa il 28% del totale del valore aggiunto”.

Via Nazionale stima una caduta del Pil attorno al 5% nel primo trimestre dell’anno, mentre la produzione industriale avrebbe subito un ribasso del 6%, e del 15% nel solo mese di marzo.

Nel settore dei servizi “le misure hanno pressoché azzerato il fatturato di gran parte del commercio al dettaglio non alimentare, di alberghi, bar e ristoranti e delle aziende del turismo”, mentre si sono arrestate le attività edili.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com