Giochi fatti per le nomine del Tesoro: confermati gli ad di Eni, Enel, Leonardo, e Poste

Verso la conferma degli amministratori delegati delle partecipate più importanti del Tesoro

Giochi fatti per le nomine: confermati gli ad di Eni, Enel, Leonardo, Poste
Claudio Descalzi, ad di Eni

Le ultime ore di un negoziato durato tre mesi, e duro fino alla fine, non sembrano aver cambiato la sostanza delle cose sul dossier nomine delle grandi partecipate del Tesoro. Ecco la lista dei 14 top manager (si attende a breve la conferma del governo) destinati ai vertici delle sette maggiori aziende in questione: Enel, Eni, Leonardo, Poste Italiane, Terna, Mps, ed Enav.

Enel 

ad (confermato) Francesco Starace, terzo mandato (Pd)

presidente Michele Crisostomo, avvocato milanese di Rccd (M5s)

Eni

ad (confermato) Claudio Descalzi (Pd)

presidente Lucia Calvosa, docente di diritto commerciale, ex consigliere di Tim e nel cda del Fatto Quotidiano (M5s)

Leonardo

ad (confermato) Alessandro Profumo (Pd)

presidente Luciano Carta, proviene dall'Aise (M5s)

Poste Italiane

ad (confermato) Matteo Del Fante (Pd)

presidente Maria Bianca Farina(Pd)

Terna

ad Stefano Donnarumma, proviene da Acea (M5s)

presidente Valentina Bosetti, docente della Bocconi (Pd)

Monte dei Paschi

ad Guido Bastianini, prima Capitalia e poi Carige (M5s)

presidente Patrizia Grieco, proviene da Enel (Pd)

Enav

ad Paolo Simioni, proviene da Atac (M5s)

presidente Francesca Isgrò (Pd)

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com