Entro due settimane Alitalia tornerà pubblica. E l’ex-Ilva?

Si fa sempre più dura per l’Ex-Ilva di Taranto. Meno occupati e produzione ridotta: nel piano presentato da ArcelorMittal ci sono 3200 esuberi (su 12.700 dipendenti). Patuanelli convoca i sindacati

Entro due settimane Alitalia tornerà pubblica. E l’ex-Ilva?

Entro un paio di settimane si dovrebbe concretizzare la nuova vita di Alitalia che torna ad essere compagnia di bandiera con l’ingresso dello Stato. Al contrario, la situazione dell’ex-Ilva appare in alto mare.

Il nuovo piano industriale che ArcelorMittal ha presentato al Governo prevede meno occupati e meno produzione rispetto alle linee dell'accordo di marzo scorso.

Quell’intesa prevedeva che il piano industriale, proiettato sul 2025, si sarebbe basato su una produzione di 8 milioni di tonnellate, tra forno elettrico e altoforno, e 10.700 occupati, la forza lavoro attuale. Inoltre, sarebbe stato rifatto l’altoforno 5 il più grande d’Europa e lo Stato sarebbe entrato nella compagine societaria.

Adesso, nel piano appena presentato, gli occupati nel 2025 saranno 7500. Il che vuol dire che ci sono 3200 esuberi diretti.

E scende pure la produzione: non più 8 milioni ma 6 milioni di tonnellate, con possibilità di rivedere l’assetto produttivo solo se il mercato dell’acciaio dovesse riprendersi dalla crisi e la fase post Covid fosse superata. Stop anche al rifacimento dell’altoforno 5.

Mentre resta confermata la volontà, da parte di ArcelorMittal, di aprire allo Stato e quindi alla partecipazione pubblica.

quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com