Gualtieri: “Crisi devastante. Non c’è tempo da perdere. Usare i fondi Ue”

Nella premessa al Piano nazionale di Riforma, il ministro dell’Economia spiega la necessità di sostenere famiglie e imprese “per evitare una fase di depressione economica”. E sulla riforma fiscale: “Riguarderà anche le imposte indirette. Non ci saranno condoni”

Gualtieri: “Crisi devastante. Non c’è tempo da perdere”

“È assolutamente necessario evitare che la crisi pandemica, inserendosi su un contesto di scarso dinamismo economico del Paese, nonché di complessi cambiamenti geopolitici a livello mondiale, sia seguita da una fase di depressione economica”. È quanto scrive il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, nelle premessa della bozza del Piano Nazionale di Riforma (Pnr).

“Non vi è tempo da perdere, e le notevoli risorse che ha messo in campo l’Ue devono essere utilizzate al meglio - avverte il ministro -. Bisogna fornire alle famiglie e alle imprese tutto il sostegno necessario per una ripartenza sostenibile nel tempo e da un punto di vista sociale e ambientale, sospingendo gli investimenti produttivi e attuando riforme da lungo tempo attese”.

“Il Governo è al lavoro su un quarto provvedimento in materia economica, volto a semplificare le procedure amministrative e la pianificazione e autorizzazione dei lavori pubblici - spiega Gualtieri -. La finalità principale sarà quella di rimuovere gli ostacoli che negli ultimi anni hanno rallentato non solo gli appalti e gli investimenti pubblici, ma anche, più in generale, la crescita dell’economia”.

“Guardando più avanti - aggiunge il ministro - il presente Pnr illustra le politiche che il Governo intende adottare per il rilancio della crescita, l’innovazione, la sostenibilità, l’inclusione sociale e la coesione territoriale nel nuovo scenario determinato dal Coronavirus”. 

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com