La popolazione mondiale raggiungerà il picco nel 2064

Nel 2100 la popolazione di paesi come Giappone, Italia, Thailandia e Spagna potrebbero ridursi di circa il 50%, mentre quella dell’Africa sub-sahariana potrebbe triplicare. Cio’ significa che poco meno del 50% della popolazione mondiale sarà africana entro la fine del secolo

La popolazione globale toccherà il picco nel 2064

La popolazione mondiale raggiungerà il picco di 9,7 miliardi nel 2064. Un numero nettamente superiore a quello che le risorse terrestri possono sopportare.

Ma quello sarà il picco. Da allora infatti la curva della demografia globale comincerà a scendere anche in virtù del fatto che un numero sempre maggiore di donne avrà avuto accesso all‘istruzione e alla contraccezione.

Così, secondo i ricercatori dell’Institute for Health Metrics and Evaluation presso la School of Medicine dell’Università di Washington, entro il 2100, 183 dei 195 Paesi non avranno i tassi di fertilità richiesti per mantenere la popolazione stazionaria. In particolare, Giappone (che è oggi il paese più vecchio al mondo), Thailandia, Spagna e Italia potrebbero vedere la loro popolazione ridursi di oltre il 50%.

Al contrario, la popolazione dell’Africa sub-sahariana potrebbe triplicare. Cio’ significa che poco meno del 50% della popolazione mondiale sarà africana entro la fine del secolo.

Inoltre, ci sarà una drastica diminuzione di coloro che saranno in età lavorativa in paesi come India e Cina, mettendo in difficoltà sia i sistemi di welfare che la crescita economica.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com